.

Cuba vivere nei Caraibi , consigli per vacanze,viaggi nella stupenda isola accompagnati da un italiano

ITALIA: profumo di GOLPE

Oggi voglio parlare di questo particolare momento economico e sociale che sta attraversando il nostro paese, l'Italia.
Dopo la vittoria del centrodestra alle elezioni regionali 2010 il governo ed in particolare il capo del consiglio continua con la sua ascesa al dominio del paese. Ora vuole diventare capo dello stato con funzioni esecutive allargate che profumano di dittatura democratica. E' vero che la maggioranza del paese lo ha votato ma ciò non significa che la minoranza e sopratutto la nostra civiltà debba soccombere ad ambizioni di tipo assolutistico. Anche all'interno della stessa coalizione alcuni, come il presidente della camera dei deputati Fini, incominciano a sospettare un golpe bianco e stanno creando una discussione all'interno della coalizione.
Io sono molto preoccupato e deluso dai cittadini italiani che continuano a credere a questi personaggi
che stanno rincorrendo solamente la loro fame di potere senza discutere i problemi del paese e la forte crisi
economica che sconvolge intere famiglie.
Le televisioni continuano ad affumicare i pensieri del popolo contaminandola realtà.
Non so cosa porterà questa nuova campagna politica ma alle volte dubito di questo paese e della lealtà democratica a cui mi sento legato dai padri fondatori dell'Italia; tra questi c'erano anche i miei due nonni che nelle file partigiane hanno contribuito a liberare il nostro paese dal dominio e dalle barbarie nazifasciste.
Forse tra un pò ci sarà qualcuno che li accuserà di essere stati dei terroristi.

2 commenti:

  1. Io penso che il momento sia già arrivato,poichè più volte la resistenza è stata messa sullo stesso piano di chi difendeva e imponeva con la forza la dittatura per far passare il solito giochetto
    "tutti colpevoli tutti uguali"senza distinguere chi si batteva e moriva per un'Italia democratica da chi aderiva ad una dittatura che ha portato solo morte guerra e distruzione.
    Io non mi stupisco della situazione attuale poichè ritengo che un personaggio che controlla l'informazione nella sua totalità abbia la possibilità di costruirsi un consenso pressochè illimitato soprattutto grazie alla possibilità di "disinformare" pilotando le notizie oppure non comunicandole affatto tenendo conto anche dell'italico menefreghismo dell'elettorato del centrodestra che si reca alle urne con un "vabbè tanto..."che non valuta il fatto di portare un 75enne corruttore amico di mafiosi (Dell'utri,Mangano)tanto per fare 2 nomi ,alla guida di un esecutivo zeppo di indagati o condannati e che da 15 anni dice sempre le stesse cose fà grendi promesse ,ma le uniche che mette in atto sono solo i provvedimenti a lui utili, e qui l'elenco sarebbe davvero troppo lungo.Faccio anche presente che non solo la TV è controllata dallo psiconano ma anche la carta stampata è teoricamente ricattabile attraverso la leva del finanziamento governativo ai giornali del quale solo "Il fatto quotidiano"non usufruisce restando l'unico baluardo indipendente in Italia.
    Alle non perdiamo la fiducia non soccomberemo davanti alle idee di un'anziano che sostiene vecchie teorie ormai sepolte dalla storia in tutto il mondo occidentale, ricordiamoci che ormai un terzo degli Italiani non và più a votare quindi non è vero che la maggioranza dei cittadini è daccordo con questo governo bisogna risvegliare la coscienza della gente con una rivoluzione dal basso,far si che la popolazione si rippropri di questa politica attualmente in mano ad affaristi senza scrupoli e che non tiene conto delle attuali necessità reali.
    Ciao Robby
    barbieriroberto@aol.it

    RispondiElimina
  2. Caro Robby non posso che essere d'accordo anche se voglio nutrire ancora un filo di speranza confidando nella parte democratica del paese,
    Ciao

    RispondiElimina

Si prega di usare un linguaggio moderato.